Nuovo Aggiornamento Windows 10 April 2018: build 17134.137

Microsoft ha ufficialmente rilasciato un nuovo aggiornamento Windows 10 April 2018 Update, scaricabile tramite il servizio Windows Update o manualmente da QUI.

Nuovo Aggiornamento Windows 10 April 2018: build 17134.137

aggiornamento windows 10

Ecco il changelog del nuovo aggiornamento:

  • Risolto un problema che affliggeva le impostazioni Video HDR durante lo Streaming
  • Risolto un problema di compatibilità con alcune Live TV Streaming
  • Risolto un problema che impediva la corretta riproduzione dei contenuti con il Media Center
  • Risolto un problema che affliggeva lo Smart Heap
  • Risolto un problema con l’App-V
  • Risolto un problema che impediva all’Appmonitor di funzionare correttamente
  • Risolto un problema con i DNS Server
  • Risolto un problema con i valori T1 e T2 dopo la configurazione DHCP
  • Risolto un problema con l’ultima versione di Google Chrome
  • Risolto un problema con il Remote Desktop Client
  • Risolto un problema con Microsoft Edge, il quale causava l’interruzione dei download
  • Risolto un problema durante l’accesso ai file o esecuzione dei programmi presenti in una cartella condivisa
  • Risolto un problema con il Task Scheduler

Per installare l’aggiornamento Windows 10 recatevi nelle Impostazioni, cliccando sull’ingranaggio nel menù Start e poi su Aggiornamento e Sicurezza, infine su Verifica disponibilità Aggiornamenti. In alternativa potete scaricare il pacchetto dal link riportato in alto ed installarlo manualmente.

Trattandosi di aggiornamenti volti a risolvere diverse problematiche, il suggerimento è quello di installarli il prima possibile. Non è strano, comunque, che Microsoft rilasci ampi aggiornamenti cumulativi al di fuori degli appuntamenti canonici del Patch Tuesday. Con Windows 10, infatti, la casa di Redmond utilizza una nuova filosofia di intervento che consiste nel distribuire gli aggiornamenti immediatamente quando pronti senza dover attendere specifiche date e ricorrenze.

Trattasi dell’ennesima dimostrazione di come Microsoft punti a voler offrire ai suoi utenti una piattaforma il più possibile priva di difetti.

Potrebbero anche interessarvi:

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.