Flight Simulator: per sentirsi veri pilota

Vi piacerebbe imparare a pilotare un aereo come veri professionisti e volare sulle città italiane e straniere di tutta la Terra

Finalmente è arrivato Flight Simulator.

Non si tratta di un tradizionale videogames ma, come preannuncia il titolo, un simulatore di volo. Simulatore tanto atteso dalla community Xbox e atterrato gratis sul GamePass il 27 Luglio 2021.

Purtroppo il gioco non è supportato dalle console Microsoft di vecchia generazione ed è un’esclusiva per PC e Xbox serie SX ma se avete un PC performante o una delle ultime console Xbox, è assolutamente da provare!

Considerazioni da chi ha provato Flight Simulator

Gli scettici si chiederanno qual divertimento possa esserci a giocare con un simulatore di volo.

Con Flight Simulator non imparerete soltanto ad usare i comandi di un vero aeroplano, ma volerete su luoghi reali. E potrete farlo persino scegliendo le condizioni meteo del momento.

Per questo il popolo dei gamers è diviso fra chi vi gioca per esaudire il sogno di pilotare un aereo e chi invece l’ha scaricato semplicemente per poter visitare dall’alto luoghi cari o mai visti prima.

E, anche se inizialmente potrà risultare ostico riuscire a non schiantarsi sugli edifici, ammarare o far atterrare il veivolo, chi l’ha provato sostiene che Flight Simulator è uno di quei simulatori talmente coinvolgenti da far perdere la cognizione del tempo.

Conclusioni sul simulatore di volo gratis sul GamePass.

C’è chi si è lamentato per la risoluzione di certe aree (soprattutto in Modalità Offline la grafica di alcune zone del Pianeta ne risente parecchio). Chi per non aver trovato punti di riferimento italiani di una certa notorietà quali la Mole Antonelliana o altri edifici e monumenti più o meno conosciuti.

Le metropoli invece (per es. New York e altre grandi città statunitensi) sono  riprodotte quasi del tutto fedelmente, tanto da render irriconoscibili gli screenshot di gioco dalle vere fotografie.

Ovviamente un’ottima connessione internet e uno schermo TV di ultima generazione sono fondamentali per apprezzarlo e goderselo al meglio senza lag e perdite grafiche.

Se qualcuno ne è rimasto deluso, non è quindi da imputare al simulatore. Va ricordato che non è un videogames come lo intendiamo tradizionalmente, ma nemmeno Google Earth. Questo vale per tutti coloro che si erano costruiti eccessive aspettative.

Un consiglio? Passate sopra il Triangolo delle Bermude, se siete (s)fortunati ne vedrete delle belle!

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.