Migliorare la fotocamera dello Smartphone con la Google Camera

Migliorare la fotocamera dello Smartphone con la Google Camera

Ormai l’utilizzo della fotocamera dello smartphone è un abitudine quotidiana, soprattutto con l’avvento dei numerosi social network che permettono di condividerle all’istante. La maggior parte delle foto viene fatta in “punta e scatta“, ovvero un inquadratura veloce con scatto.

Con smartphone top di gamma sarete in grado di fare foto leggermente più dettagliate ma senza stravolgerle più di tanto, invece con dispositivi più economici in certe condizioni (soprattutto nelle foto con poca luce) i risultati sono a volte sbalorditivi.

È vero che chi compra uno smartphone economico di solito si accontenta, ma se vi dicessi che anche con loro potreste fare delle foto di qualità? Questo è possibile grazie ai miracoli che può fare la Google Camera.

Cos’è la Google Camera?

Google camera

La Google Camera è un app sviluppata da Google per i suoi dispositivi smartphone Pixel, con la particolarità di avere un potente algoritmo che migliora nettamente le foto scattate, così tanto che l’attuale Pixel 2 è tra i migliori smartphone come miglior fotocamera.

Grazie ad alcuni utenti di XDA (la più grande community di sviluppo software per dispositivi mobili) che hanno effettuato il porting, anche chi non è in possesso del Google Pixel può usufruire di questo algoritmo gratuitamente se:

  • Avete uno Smartphone compatibile con CameraAPI2 di Google (dopo vedrete come)
  • Lo smartphone ha i permessi di Root
  • La versione di Android è la 7.0 o superiore

Vediamo come installarla, configurarla e quali miglioramenti effettivamente porta.

•Installazione Google Camera

Prima di tutto dovrete verificare se il vostro smartphone ha la compatibilità con le API di Google. Scaricate quindi l’app Camera2 Probe dal Play Store e apritela, se le voci chiamate “FULL” o “Level_3” sono verdi, la Google Camera potrà funzionare sul vostro smartphone, viceversa no (se non leggete nulla probabilmente non avete effettuato correttamente il root del dispositivo).

Una volta verificata la compatibilità potrete andare in questo sito dove ci sono centinaia di versioni della Google Camera compatibili per SoC Snapdragon e alcuni Exynos (Samsung), se invece avete Kirin (Huawei/Honor) vi consiglio di utilizzare questo APK.

Quale versione scaricare tra le centinaia proposte sul sito? Le migliori sono quelle “Stable” e “Suggested” perché sono quelle più stabili, in quanto le altre essendo delle versioni beta (anche se hanno funzioni in più) possono crashare all’improvviso proprio mentre state scattando una foto. Il mio consiglio è di andare sulle versioni Arnova8G2, stabili e piene di funzioni. Una volta scaricato l’APK basterà dare il permesso allo smartphone di installare app da fonti sconosciute e potrete installarla.

Una volta installata l’unica cosa che vi consiglio di fare è quella di andare nelle impostazioni della fotocamera premendo sull’icona con le tre linee orizzontali, entrare nella scheda Avanzate e impostare la funzione Parametri HDR+ su Medio (poi ovviamente potete impostarla come volete per testarla secondo i vostri gusti).

Differenza tra la Fotocamera stock e la Google Camera

Ecco alcuni esempi di come migliora la fotocamera installando la Google Camera (dipende anche dallo smartphone che usate):

In condizione di tanta luce e con uno smartphone medio-top gamma, non noteremo miracoli, con uno economico invece si, soprattutto nelle foto con poca luce.

In quella situazione la Google Camera ha un vantaggio enorme rispetto all’app stock, perché la gestione del rumore e degli ISO essendo meno aggressivi garantiscono una foto più nitida, pulita e soprattutto luminosa, provare per credere!

Potrebbero anche interessarti:

Avatar

Angelo Emanuele Lombardo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *