Scoperto il primo Malware Clipper su Google Play

Scoperto il primo Malware Clipper su Google Play

I ricercatori di ESET hanno scoperto su Google Play il primo malware clipper in grado di sostituire il contenuto della clipboard (il testo che finisce negli appunti quando fate copia-incolla) di uno smartphone Android.

Prendendo di mira le criptovalute Bitcoin ed Ethereum, il “clipper” mira a reindirizzare i fondi trasferiti al portafoglio del cybercriminale invece che alla vittima, utilizzando una versione fake di un servizio legittimo chiamato MetaMask.

Questo servizio, progettato per consentire l’esecuzione di app decentralizzate di Ethereum senza attivare un nodo completo di questa valuta virtuale, non era disponibile nella versione mobile ma solo in quella per browser desktop come Chrome e Firefox; sfruttando proprio la grande richiesta per una versione mobile di MetaMask i cybercriminali hanno introdotto nel Play Store una versione fake che impersona il servizio.

Malware Clipper: Come agisce e come proteggersi

malware clipper

Il malware clipper appena scoperto, rilevato dalle soluzioni di sicurezza ESET come Android / Clipper.C, sfrutta il fatto che coloro che si dedicano alle operazioni di criptovaluta di solito non inseriscono manualmente gli indirizzi dei propri portafogli online poiché, invece di digitarli, tendono a copiare e incollare le informazioni usando la clipboard.

Questa scoperta mostra che i malware clipper che possono reindirizzare i fondi di criptovaluta non sono più legati solamente all’ecosistema Windows, dove sono apparsi nel 2017, o ai forum clandestini di Android, ma minacciano ora anche gli utenti Android che utilizzano Google Play.

Questa nuova scoperta rappresenta un ulteriore monito per gli utenti Android di attenersi alle best practice per la sicurezza mobile. Per stare al sicuro dai clippers e da altri malware Android, i ricercatori di ESET consigliano di:

  • Tenere aggiornato il dispositivo Android e utilizzare una soluzione di sicurezza mobile affidabile
  • Collegarsi a Google Play Store ufficiale quando si scaricano app …
  • … tuttavia, controllare sempre il sito web ufficiale dello sviluppatore dell’app o del fornitore di servizi per il collegamento a Google Play. Se non ce n’è uno, bisogna considerarlo come un rischio e essere estremamente cauti per qualsiasi risultato della ricerca su Google Play
  • Ricontrollare ogni passaggio di tutte le transazioni che riguardano qualcosa di prezioso, dalle informazioni sensibili al denaro. Quando si usa la clipboard, controllare sempre se ciò che si è incollato è ciò che si intende effettivamente inserire

La scoperta arriva poco prima del Mobile World Congress di Barcellona, ​​dove gli esperti di ESET analizzeranno tutte le ultime minacce per i dispositivi Android e saranno disponibili per approfondimenti.

Presso la postazione di ESET (al padiglione 7, stand 7H41) sarà possibile approfondire anche la tematica del Machine Learning / Artificial Intelligence, condividendo nuove ricerche e scoperte chiave nell’ambito della sicurezza mobile e conoscendo le soluzioni per la sicurezza mobile.

Potrebbero anche interessarti:

Avatar

Angelo Emanuele Lombardo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *