Rimozione sicura hardware :  è davvero utile?

Alcuni anni fa impazzava su Facebook, un curioso meme, secondo cui l’esistenza “è troppo breve” per permettersi di rimuovere in maniera sicura il dispositivo USB connesso al proprio PC.

È utile la rimozione sicura hardware?

Questo ironico promemoria, però, trova apparentemente riscontro concreto: tutti gli utenti prima o poi sono incorsi in uno degli avvisi di Windows che nell’area dedicata alla traybar di sistema mostrano dispositivi connessi e da espellere.

Il plateale avviso “Rimozione sicura dell’hardware” e , i relativi menu dedicati, si rendono necessari per evitare perdite improvvise di dati.

Ma prove pratiche mostrano che non è indispensabile seguire la procedura proposta per rimuovere con effettiva sicurezza la usb key oppure il lettore connesso.

In quale caso è possibile la compromissione dei dati.

Questa funzionalità trae le sue origini dal fatto che Windows si debba accertare che nessuna operazione di lettura/scrittura sia in atto sul dispositivo esterno. Fatto che altrimenti potrebbe portare al severo danneggiamento dei dati memorizzati sul supporto.

Si può quindi affermare che la rimozione sicura non ha utilità nel caso in cui la disconnessione avvenga quando non sono in essere, nel momento in cui avviene, trasferimenti di dati.

Alcuni dispositivi digitali, tra cui webcam e scanner,  non prevedono questa funzionalità di sicurezza. A testimonianza del fatto che la corruzione del filesystem non può avvenire.

D’altro canto, per chi volesse maggiore protezione in ambito di scrittura, potrebbe attivare l’opzione Prestazioni Migliori, aumentando la cache destinata alla scrittura dal menu gestione Dispositivi dal menu Start o dal Pannello di Controllo.

Sfogliando i device USB presenti nella scheda Proprietà, sarà possibile regolare i Criteri di Rimozione. E da qui scegliere se attivare la cache di sicurezza oppure bypassare del tutto la notifica che annoia tanti utenti.

Windows 10, nella versione dal 2019, non la prevede più.

Come documenta che il Fatto in un articolo di inizio 2019,  la  rimozione sicura hardware, prima di disinserire una chiavetta USB dal PC, non serve più. Precisamente dalla versione 1809 di Windows 10 non è più necessaria la procedura per espellere il disco esterno.

Ora è attiva Quick removal (Rimozione rapida) che “mantiene sempre il dispositivo pronto per la rimozione”.


Leggi anche :

Disattivare la Rimozione Sicura Hardware senza rischi

Come effettuare Test prestazioni PC e correggere rallentamenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.