Truffa RayBan: Attenzione su Facebook!

Truffa RayBan: Attenzione su Facebook!

Recentemente, come ci ha comunicato ESET, si sono registrate nuove ondate di truffa RayBan su Facebook legate ai falsi negozi online dove poter comprare questi occhiali a prezzi stracciati.

La truffa RayBan espone gli utenti di Facebook al rischio di perdere i soldi necessari all’acquisto dei prodotti contraffatti, ma soprattutto al pericolo di furto dei dati della carta di credito.

Truffa RayBan: Attenzione su Facebook!

truffa rayban

Le transazioni effettuate su questi siti fasulli non avvengono infatti su un portale di pagamento sicuro, esponendo i dati delle carte di pagamento ad una transazione non codificata su Internet. Le pubblicità spam vengono diffuse attraverso account Facebook hackerati che i truffatori sono riusciti a violare grazie a dei malware e a tattiche di ingegneria sociale. Ne consegue che, senza il consenso del titolare, questi malintenzionati pubblicano immagini promozionali fasulle che promettono sconti fino al 90% sull’acquisto degli occhiali da sole RayBan.

Le immagini vengono caricate anche sulla galleria dell’utente condivisa pubblicamente e di solito, per tenere un basso profilo ed evitare sospetti, i criminali taggano per ogni falsa pubblicità solamente da 4 a 6 contatti presenti nell’elenco degli amici.

I siti web fraudolenti si presentano in diverse lingue, ma la maggior parte usano l’Inglese e mirano in particolare agli utenti della Repubblica Slovacca, Repubblica Ceca, Cile, Francia, Spagna, e Regno Unito. Inoltre molti di questi domini appositamente creati usano uno stile molto simile tra loro, risiedono in Cina e sono stati registrati durante l’ultimo anno.

Nel caso ci si accorga che sulla propria pagina Facebook è stata pubblicata un’immagine simile a quelle descritte finora, consigliamo di cambiare la password di Facebook immediatamente e di rimuovere tutte le App pericolose che possono pubblicare automaticamente dei contenuti sul diario di Facebook senza l’approvazione dell’utente.

Potrebbero anche interessarti:

Avatar

Angelo Emanuele Lombardo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *