Violazione privacy Google, cosa c’ è di vero?

Violazione privacy Google, cosa c’ è di vero?

Il 25 maggio 2020, il governo ha dato ufficialmente il via libera all’ app Immuni. Questa app al momento non è ancora disponibile per essere scaricata dal Play Store ma dovrebbe esserlo presto. Non ho intenzione di tornare a spiegare il funzionamento di questa applicazione, in quanto ne ho già diffusamente parlato in un articolo dedicato. Quello che voglio portare alla luce in questo articolo, riguarda una vicenda che ha preoccupato e non poco gli utenti italiani nel corso dell’ ultima settimana. Mi riferisco ad una presunta violazione privacy Google. Ecco cosa è successo:

Violazione privacy Google, app di tracciamento installata abusivamente?

Nel corso dell’ ultima settimana, su tutti i nostri dispositivi Android, Google ha reso disponibile all’ interno dei nostri account, una sezione riguardante il Covid-19. Questa nuova sezione la puoi trovare andando su ” Impostazioni “ e poi su ” Google “. La prima voce che puoi trovare sotto alla scritta ” Servizi “.

violazione privacy google

Questa settimana ho avuto modo di leggere ed ascoltare persone gridare allo scandalo , in quanto Google avrebbe già installato un’ app di tracciamento nei nostri telefoni. Ma è davvero così? Ovviamente no. E allora a cosa si riferiscono queste notifiche Covid-19

La tesi del complotto sarebbe smontabile in un secondo e mezzo, infatti basta cliccare sulla scritta ” Notifiche di esposizione al Covid-19 “ per rendersi conto che serve un’ app di terze parti per essere tracciati. Quindi, morale della favola, Google ha implementato delle API all’ interno degli account, in modo che, inserendo l’ userID e la password presente sull’ applicazione che andrà scaricata, potrai vedere direttamente da Google le informazioni che l’ applicazione riuscirà a fornirti. Nessun complotto, nessun potere oscuro che vuole controllare i nostri spostamenti.

violazione privacy google

Concludo questo articolo dicendo che, mettere a conoscenza le persone di essere venute a contatto con altre persone che presentano i sintomi del contagio è semplicemente un dovere civico di tutti. Continuo a ritenere che, nel corso degli anni, abbiamo visto troppi film di fantascienza. Se volete conoscere tutte le linee guida dell’ app Immuni, potete farlo proprio direttamente da Google, dove sono inseriti tutti i termini e condizioni.

Emilio Brocanelli

Potrebbe interessarti anche:

App per il tracciamento si chiama Immuni

Falso sms INPS, come difendersi

Come rendere più sicure le proprie chat

Avatar

emilio brocanelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *